Un nuovo modo di investire:
ETF Smart Beta iShares

ETF Smart Beta: un veicolo semplice e trasparente per accedere al factor investing

 


Smart Beta: cos’è?

  • I fattori sono presenti in tutti i portafogli
  • Non è una novità: dagli anni 30 la ricerca accademica ha individuato sistematicamente nei fattori un motore di rendimento per le diverse asset class e per differenti mercati e paesi. Sapevate che ben 6 premi Nobel sono stati assegnati alle ricerche sul factor investing?1
  • La novità sta nelle modalità di accesso a tali idee di investimento, come gli ETF Smart Beta, che rappresentano un veicolo di factor investing semplice e trasparente.

1.Fonte: Premio Nobel.I premi Nobel sono stati assegnati negli anni 1970, 1981, 1990, 1997, 2013, 2017.
Il valore degli investimenti può aumentare o diminuire.

Come utilizzare lo Smart Beta?

  • Ridurre la volatilità: gli ETF a bassa volatilità consentono di investire sui mercati azionari abbassando al contempo la volatilità rispetto al livello generale.
  • Ottimizzare i rendimenti: gli ETF mono o multifattoriali consentono di accedere a fattori associati a un aumento della performance a lungo termine.

Scopri gli ETF iShares

Single factor smart beta ETFs
Monofattoriale
Multifactor smart beta ETFs
Multifattoriale
Minimum volatility smart beta ETFs
Bassa Volatilità
Strategia Smart BetaObiettivoProdotti
Bassa volatilità Investire in titoli meno volatili dei loro omologhi. MVOL, SPMV, EMMVMVEU
Multifattoriale Offrire un’esposizione diversificata a vari fattori individuati come motori di performance a lungo termine: momentum, qualità, dimensioni, value. IFSW, IFSUIFSE
Monofattoriale Offrire un’esposizione a un fattore individuato come motore di performance a lungo termine (momentum, qualità, dimensioni o value). IWVL, IUVL, IWMO, IWQUIWSZ

Fondi a volatilità minima

I fondi non sono da ritenersi strumenti a basso rischio in senso assoluto e potrebbero non essere adatti a un investitore prudente. Anche se gli indici replicati dai fondi sono stati concepiti con l’obiettivo di ridurre il rischio, non si può garantire che il livello di rischio sia effettivamente più basso di quello del mercato azionario di riferimento.

ETF monofattoriali

Gli indici monofattoriali sono meno diversificati dell’indice da cui derivano in quanto presentano un’esposizione prevalente a un singolo fattore anziché l’esposizione a molteplici fattori tipica della maggior parte degli indici. Si prevede pertanto una maggiore sensibilità ai movimenti di mercato legati al fattore in questione. Il fondo dovrebbe essere preso in considerazione nel quadro di una strategia di investimento più ampia.

Capitale di rischio. Ogni investimento finanziario contiene un elemento di rischio. Pertanto, il valore e il rendimento dell’investimento sono soggetti a variazioni e il capitale iniziale non è garantito.

 


Approfondisci lo Smart Beta con
casi concreti