Commodity per il core del tuo portafoglio

Capitale a rischio. Ogni investimento finanziario ha in sé un elemento di rischio. Pertanto, il valore e il reddito dell’investimento sono soggetti a variazioni e il capitale iniziale non è garantito. Salvo diversa indicazione, tutte le informazioni riportate nella pagina sono aggiornate al 30 giugno 2018.

Perché iShares per le materie prime?

Principale ETF swap-based sulle materie prime
L’ETF iShares Diversified Commodity Swap è il principale ETF swap-based sulle materie prime nell’universo UCITS per patrimonio gestito (AUM).
Fonte: Bloomberg.
Accesso efficiente alle materie prime
iShares offre l’accesso alle commodity tramite uno strumento efficiente e facilmente negoziabile.
Fonte: Morningstar.

Vedi i nostri ETF sulle materie prime

Per informazioni più dettagliate circa i rischi legati al fondo fare riferimento alla sezione “Rischi” a fine pagina.
Le commodity presentano delle performance differenti da azioni e obbligazioni e possono quindi contribuire alla diversificazione del portafoglio. L’ETF iShares Diversified Commodity Swap mira a replicare la performance di un indice che offre un’esposizione alle commodity tramite total return swap.
Rischi: Rischio di credito, rischio di swap su materie prime, rischio valutario, rischio dei derivati, rischio dei mercati emergenti, rischio azionario.
Clicca qui per la spiegazione completa dei rischi dei fondi
  • Esposizione indiretta a un portafoglio di diversi contratti su commodity di sette settori.
  • Accesso a costi contenuti a un’ampia gamma di materie prime con un singolo total return swap.
  • Da utilizzare ad integrazione dell’allocazione ad azioni e obbligazioni per accrescere i potenziali benefici della diversificazione.
Pagine del fondo Scheda informativa
Vedi tutti gli ETF iShares sulle materie prime
Costruire un portafoglio core sostenibile
Investi per se stessi e per le generazioni future con ETF sostenibili di iShares
Stephen Cohen: ETF europei – quale sarà il motore della prossima fase di crescita?
Il contesto sta cambiando: i recenti sviluppi nella regolamentazione e nella tecnologia stanno contribuendo a ridefinire le modalità di costruzione dei portafogli. BlackRock prevede un raddoppiamento del patrimonio degli ETF europei nei prossimi cinque anni: scopri il perché.
Contatta il nostro sales team
Se hai delle domande non esitare a contattarci

Per saperne di più sugli ETF

Cosa sono gli ETF
Scopri di più sugli ETF e perché iShares
Guida ETF
Per orientarsi nel mondo degli investimenti
Resta in contatto
Iscriviti alla newsletter

Rischi

Rischio di credito: l’emittente di un’attività finanziaria detenuta dal Fondo può non pagare il rendimento alla scadenza o non rimborsare il capitale. Se un istituto finanziario non è in grado di soddisfare i suoi obblighi finanziari, i suoi attivi finanziari possono essere oggetto di una svalutazione o conversione (“salvataggio”) da parte delle autorità competenti allo scopo di salvare l’istituto.

Rischio di swap su materie prime: i prezzi delle materie prime tendono a subire variazioni maggiori rispetto ad altre classi di attività (ad esempio azioni o obbligazioni). Gli investimenti in materie prime sono pertanto potenzialmente più rischiosi rispetto ad altri tipi di investimenti.

Rischio valutario: Il Fondo investe in altre valute. Di conseguenza, le variazioni dei tassi di cambio influiranno sul valore dell’investimento.

Rischio derivati: I derivati sono molto sensibili a variazioni del valore dell’attivo sul quale sono basati e possono amplificare le perdite e i guadagni, facendo aumentare le fluttuazioni di valore del Fondo. L’impatto sul Fondo può essere maggiore quando l’uso di derivati è ampio o complesso.

Rischio Paesi Emergenti: Nei paesi emergenti in generale si possono verificare problemi economici o politici più frequenti rispetto alle economie sviluppate. Altri fattori influenti comprendono un maggior “rischio di liquidità”, restrizioni all’investimento o al trasferimento di beni patrimoniali, ritardi o inadempienze nella consegna di titoli o nell’effettuazione di pagamenti al Fondo.

Rischio azionario: Il valore delle azioni e dei titoli correlati ad azioni può essere influenzato dall’andamento quotidiano del mercato azionario. Altri fattori che possono influire comprendono notizie economiche o politiche, pubblicazioni degli utili societari ed eventi significativi che coinvolgono le società.

Rischio dell'oro: Il valore dell’oro può subire fluttuazioni notevoli. Fattori quali domanda e offerta, eventi locali di natura economica, politica o ambientale, trasporti, dati e restrizioni fiscali possono influire sul valore dell’oro.

Rischio di liquidità: una minore liquidità significa che non vi sono abbastanza acquirenti o venditori per consentire al Fondo di vendere o acquistare tempestivamente gli investimenti.

Torna ai prodotti