Azionario

iShares Emerging Market Screened Equity Index Fund (IE)

Overview

INFORMAZIONI IMPORTANTI: Capitale a Rischio. Il valore degli investimenti e il reddito che ne deriva possono crescere così come diminuire, e non sono garantiti. Gli investitori potrebbero non rientrare in possesso dell'importo inizialmente investito.

Nei paesi emergenti in generale si possono verificare problemi economici o politici più frequenti rispetto alle economie sviluppate. Altri fattori influenti comprendono un maggior "rischio di liquidità", restrizioni all'investimento o al trasferimento di beni patrimoniali, ritardi o inadempienze nella consegna di titoli o nell'effettuazione di pagamenti al Fondo e rischi legati alla sostenibilità. Il rischio di investimento si concentra su settori, paesi, valute o società specifiche. Ciò significa che il Fondo è più sensibile a eventi economici, di mercato, politici, legati alla sostenibilità o normativi di portata locale. Il valore delle azioni e dei titoli correlati ad azioni può essere influenzato dall'andamento quotidiano del mercato azionario. Altri fattori che possono influire comprendono notizie economiche o politiche, pubblicazioni degli utili societari ed eventi significativi che coinvolgono le società. L'indice di riferimento esclude le società impegnate in certe attività non coerenti con i criteri ESG solo qualora tali attività superino le soglie stabilite dal fornitore dell'indice. Gli investitori devono quindi valutare personalmente l'etica del filtro ESG dell'Indice di riferimento prima di investire nel Fondo. Tale filtro ESG può influire negativamente sul valore degli investimenti del Fondo rispetto a un fondo che non abbia tale filtro.
Loading

Performance

Performance

Tabella

Impossibile visualizzare la tabella relativa alla performance.
Mostra tabella completa

Questo grafico mostra la performance del fondo come perdita o guadagno percentuale annuo negli ultimi 1 anni. Può aiutare a valutare la gestione del fondo nel passato e a confrontarlo con il suo indice di riferimento.

  2018 2019 2020 2021 2022
Rendimento totale (%) -15,7
Benchmark (%) -15,8
  Da
31/12/2017
A
31/12/2018
Da
31/12/2018
A
31/12/2019
Da
31/12/2019
A
31/12/2020
Da
31/12/2020
A
31/12/2021
Da
31/12/2021
A
31/12/2022
Rendimento totale (%)

al 31/12/2022

- - - - -15,68
Benchmark (%)

al 31/12/2022

- - - - -15,76
  1 anno 3 anni 5 anni 10 anni Lancio
-15,68 - - - -10,35
Benchmark (%)

al 31/12/2022

-15,76 - - - -10,58
  YTD 1 mese 3 mesi 6 mesi 1 anno 3 anni 5 anni 10 anni Lancio
-15,68 -4,78 0,92 -5,79 -15,68 - - - -16,50
Benchmark (%)

al 31/12/2022

-15,76 -4,85 0,78 -5,58 -15,76 - - - -16,86

Le cifre mostrate si riferiscono a rendimenti ottenuti in passato. I rendimenti ottenuti in passato non rappresentano un indicatore affidabile per risultati futuri e non devono essere l’unico fattore di scelta di un prodotto o di una strategia.

Categoria di Azioni e rendimento del Benchmark indicati in EUR, il rendimento del Benchmark del fondo coperto è indicato in USD.

Il rendimento è indicato sulla base del Valore patrimoniale netto (NAV), con reinvestimento dei redditi lordi, ove applicabile. Il rendimento dell'investimento può aumentare o diminuire a causa di fluttuazioni di valuta se l'investimento è in una valuta diversa da quella utilizzata nel calcolo dei rendimenti ottenuti in passato. Fonte: Blackrock

Scheda

Scheda

Asset netti al 20/01/2023 EUR 305.601.981
Net Assets of Fund al 20/01/2023 USD 445.228.251
Data di lancio 06/05/2021
Lancio del fondo 06/05/2021
Valuta della serie EUR
Valuta di base USD
Asset Class Azionario
Indice benchmark MSCI Emerging Markets ex Select Controversies Net EUR Index
Index Ticker -
Classificazione SFDR Articolo 8
Costi iniziali 0,00
Spesa corrente 0,29%
Expense Ratio 0,00%
Success Fee del benchmark 0,00%
Investimento minimo iniziale EUR 1.000.000,00
Investimento minimo successivo EUR 10.000,00
Utilizzo dei rendimenti Ad Accumulazione
Domicilio Irlanda
Regulatory Structure UCITS
Società di gestione BlackRock Asset Management Ireland Limited
Categoria Morningstar -
Dealing Settlement Data negoziazione + 3 giorni
Dealing Frequency Giornaliera
ISIN IE00BKPTWY98
SEDOL BKPTWY9

Caratteristiche del Portafoglio

Caratteristiche del Portafoglio

Numero di partecipazioni al 30/12/2022 1.240
Standard Deviation (3y) al - -
Beta 3 anni al - -
Rapporto P/E al 30/12/2022 10,99
Rapporto P/B al 30/12/2022 1,69

Informativa sulla sostenibilità

Informativa sulla sostenibilità

In questa sezione sono riportate informazioni relative alla sostenibilità del Fondo, conformemente all'Articolo 10 del Regolamento SFDR.

A. Sintesi

Questo Comparto promuove caratteristiche ambientali o sociali, ma non ha come obiettivo investimenti sostenibili. Il Comparto non si impegna a detenere Investimenti sostenibili. Il Comparto è a gestione passiva e punta a promuovere le seguenti caratteristiche ambientali e sociali replicando l'andamento dell'MSCI Emerging Markets ex Select Controversies Index, il suo Indice di riferimento: (1) esclusione di emittenti coinvolti in determinate attività ritenute negative dal punto di vista ambientale o sociale; (2) esclusione di emittenti che si ritiene abbiano violato i principi del Global Compact delle Nazioni Unite; (3) esclusione di emittenti ritenuti coinvolti in controversie molto gravi legate ai temi ESG.

La politica d'investimento del Comparto consiste nell'investire in un portafoglio di titoli che, per quanto possibile e praticabile, sia costituito dai titoli che compongono l'Indice di riferimento, rispettando in tal modo le caratteristiche ESG dell'Indice di riferimento stesso (come ulteriormente descritto nella seguente Sezione D. Strategia di investimento). Investendo nei componenti del suo Indice di riferimento, la strategia d'investimento del Comparto gli consente di ottemperare ai requisiti ESG del suo Indice di riferimento, come stabiliti dal fornitore dell'indice. Il Fondo prende in considerazione i principali effetti negativi sui fattori di sostenibilità replicando l'Indice di riferimento, che incorpora alcuni criteri ESG nella selezione dei componenti dell'indice.

Il Comparto si propone di investire in un portafoglio di titoli che, per quanto possibile e praticabile, sia costituito dai titoli che compongono l'Indice di riferimento. Si prevede che almeno l'80% del patrimonio del Comparto sarà investito in titoli appartenenti all'Indice di riferimento o in titoli che soddisfano i criteri di selezione ESG dell'Indice di riferimento. Al momento questo Comparto non si impegna a investire più dello 0% del suo patrimonio in attività economiche ecosostenibili ai sensi della Tassonomia dell'UE.

Il Comparto cerca di replicare la performance dell'Indice di riferimento, che incorpora alcuni criteri ESG nella selezione dei propri componenti, in base alla propria metodologia. BlackRock monitora l'adesione del Comparto alle caratteristiche ambientali e sociali che cerca di promuovere. L'obiettivo del Comparto consiste nel replicare la performance dell'Indice di riferimento. Le caratteristiche ambientali e/o sociali del Comparto sono incorporate nella metodologia dell'Indice e il Comparto è monitorato in modo da cercare di identificare eventuali scostamenti rispetto agli impegni sostenibili del Comparto in occasione di ogni ribilanciamento.

I Gestori di Portafoglio BlackRock hanno accesso a dati, strumenti, risorse di analisi e di ricerca per integrare conoscenze ESG nel processo di investimento. I set di dati ESG provengono da fornitori esterni di dati di terze parti e da fornitori di indici, inclusi, a titolo esemplificativo ma non esaustivo, MSCI, Sustainalytics, Refinitiv, S&P e Clarity AI. I processi interni di BlackRock si focalizzano sulla fornitura di dati standardizzati e coerenti di alta qualità, utilizzabili dai professionisti dell'investimento e per finalità di trasparenza e reporting. I dati, compresi i dati ESG, sono ricevuti attraverso le nostre interfacce esistenti ed elaborati attraverso una serie di controlli di qualità e verifiche di completezza volti ad assicurare l'elevata qualità dei dati prima di metterli a disposizione per l'utilizzo a valle nell'ambito dei sistemi e applicativi di BlackRock, tra cui Aladdin.

BlackRock applica una procedura completa di dovuta diligenza per valutare le offerte dei fornitori, con revisioni altamente mirate della metodologia e valutazioni della copertura basate sulla strategia d'investimento sostenibile (oltre alle caratteristiche ambientali e sociali o all'obiettivo d'investimento sostenibile) del prodotto. Il nostro processo prevede un'analisi sia qualitativa che quantitativa per valutare l'idoneità dei prodotti di dati in linea con gli standard normativi applicabili.

Gli investimenti sostenibili e la comprensione della sostenibilità si evolvono di pari passo con la qualità dei dati. Gli operatori del settore, compresi i fornitori di indici, hanno difficoltà a individuare una metrica unica o una serie di metriche standardizzate che possano dare una visione completa di una società o di un investimento. I set di dati ESG cambiano e migliorano costantemente a fronte dell'evoluzione degli standard di informativa, dei quadri normativi e delle prassi del settore. È possibile che, in alcune circostanze, i dati siano carenti, incompleti o inaccurati. Nonostante ragionevoli sforzi, potrebbero non esserci sempre informazioni disponibili; in tal caso, il fornitore dell'indice procederà a una valutazione sulla base delle proprie conoscenze dell'investimento o del settore. In alcuni casi i dati possono rispecchiare azioni che gli emittenti potrebbero avere intrapreso solo dopo il fatto, e non rispecchiare tutte le potenziali occorrenze di danni significativi.

Il Gestore degli Investimenti applica una procedura di dovuta diligenza ai fornitori di indici e mantiene con loro un dialogo costante sulle metodologie degli indici, compresa la valutazione dei criteri di buona governance stabiliti dall'SFDR, che includono strutture di gestione solide, relazioni con il personale, remunerazione del personale e rispetto degli obblighi fiscali al livello delle imprese beneficiarie degli investimenti.

Il Gestore degli Investimenti non effettua direttamente attività di engagement con le società / gli emittenti inclusi nell'Indice di riferimento nell'ambito della strategia di investimento del Comparto. Il Gestore degli Investimenti si impegna a dialogare direttamente con i fornitori di dati e di indici per assicurare una migliore analisi e stabilità delle metriche ESG. All'interno di BlackRock l'engagement con le società nelle quali investiamo il patrimonio dei nostri clienti si svolge su più livelli. Nel caso in cui i team di investimento scelgano di ricorrere all'engagement, questo può assumere diverse forme ma, in sostanza, il team di gestione del portafoglio cercherà di mantenere un dialogo regolare e continuo con gli alti dirigenti o gli amministratori delle imprese beneficiarie degli investimenti per promuovere una solida governance e prassi aziendali sostenibili mirate alle caratteristiche ESG e agli indicatori dei principali effetti negativi identificati, nonché per comprendere l'efficacia della gestione e della supervisione da parte dell'azienda delle attività volte ad affrontare le criticità ESG identificate. L'engagement consente inoltre al team di gestione del portafoglio di fornire all'impresa un feedback sulle prassi e le informative aziendali.

L'Indice di riferimento è stato designato come indice di riferimento per stabilire se il Comparto è allineato alle caratteristiche ambientali e/o sociali che promuove.

B. Nessun obiettivo di investimento sostenibile

Questo Comparto promuove caratteristiche ambientali o sociali, ma non ha come obiettivo investimenti sostenibili.

Il Comparto non si impegna a detenere Investimenti sostenibili.

C. Caratteristiche ambientali o sociali del prodotto finanziario

Il Comparto è a gestione passiva e punta a promuovere le seguenti caratteristiche ambientali e sociali replicando l'andamento dell'MSCI Emerging Markets ex Select Controversies Index, il suo Indice di riferimento:
1. esclusione di emittenti coinvolti in determinate attività ritenute negative dal punto di vista degli effetti ambientali e/o sociali;
2. esclusione di emittenti che si ritiene abbiano violato i principi del Global Compact delle Nazioni Unite; e
3. esclusione di emittenti ritenuti coinvolti in controversie molto gravi legate ai temi ESG.

Queste caratteristiche ambientali e sociali vengono incorporate attraverso la selezione dei componenti dell'Indice di riferimento del Comparto a ogni ribilanciamento dell'indice (come indicato di seguito). L'Indice di riferimento esclude gli emittenti dell'MSCI Emerging Markets Index (l'"Indice originario") in base al loro coinvolgimento in alcune attività ritenute negative dal punto di vista ambientale o sociale. Gli emittenti vengono esclusi dall'Indice di riferimento in base al loro coinvolgimento nei seguenti campi/attività (o attività correlate):
• armi controverse
• armi nucleari
• armi da fuoco per uso civile
• tabacco
• carbone termico
• sabbie bituminose

Il fornitore dell'indice definisce cosa si intende per "coinvolgimento" in ciascuna attività soggetta a restrizioni. Tale coinvolgimento può basarsi su una percentuale di ricavi, su una soglia prestabilita dei ricavi totali o su qualsivoglia collegamento a una specifica attività a prescindere dai ricavi ottenuti.

L'Indice di riferimento esclude inoltre gli emittenti dell'Indice originario che sono classificati come violatori dei principi del Global Compact delle Nazioni Unite (ossia principi di sostenibilità d'impresa ampiamente accettati che soddisfano le responsabilità fondamentali in aree quali la lotta alla corruzione, i diritti umani, il lavoro e l'ambiente) e/o che hanno un segnale MSCI "rosso" indicante una controversia ESG (basato sul punteggio MSCI relativo alle controversie). Il punteggio MSCI relativo alle controversie misura il coinvolgimento (effettivo o presunto) di un emittente in gravi controversie sulla base di una valutazione delle sue operazioni e/o dei suoi prodotti ritenuti negativi dal punto di vista degli effetti ESG. Il punteggio MSCI relativo alle controversie può prendere in considerazione il coinvolgimento in attività con effetti negativi in relazione a questioni ambientali come la biodiversità e l'uso del suolo, l'energia e il cambiamento climatico, lo stress idrico, le emissioni tossiche e le questioni relative ai rifiuti. Il punteggio MSCI relativo alle controversie può altresì prendere in considerazione il coinvolgimento in attività con effetti negativi in relazione a questioni sociali come i diritti umani, la gestione delle relazioni industriali, la discriminazione e la diversità della forza lavoro.

Per maggiori informazioni su dove reperire i dettagli relativi alla metodologia dell'Indice di riferimento, consultare la "Sezione L - Indice di riferimento designato".

D. Strategia di investimento

La politica d'investimento del Comparto consiste nell'investire in un portafoglio di titoli azionari che, per quanto possibile e praticabile, sia costituito dai titoli che compongono l'Indice di riferimento, rispettando in tal modo le caratteristiche ESG dell'Indice di riferimento stesso. La metodologia dell'Indice di riferimento è descritta nella precedente "Sezione C - Caratteristiche ambientali o sociali del prodotto finanziario".

Investendo nei componenti del suo Indice di riferimento, la strategia d'investimento del Comparto gli consente di ottemperare ai requisiti ESG del suo Indice di riferimento, come stabiliti dal fornitore dell'indice. Qualora uno qualsiasi degli investimenti cessi di essere conforme, il Comparto può continuare a detenerlo solo fino al momento in cui i titoli rilevanti cessino di far parte dell'Indice di riferimento e sia possibile e praticabile liquidare la posizione (a giudizio del Gestore degli investimenti).

Il Comparto può utilizzare tecniche di ottimizzazione al fine di ottenere un rendimento simile a quello dell'Indice di riferimento, ossia ha facoltà di investire in titoli che non sono componenti sottostanti dell'Indice di riferimento laddove tali titoli forniscano una performance simile (con un profilo di rischio equivalente) ad alcuni dei titoli che compongono l'Indice di riferimento. In tal caso, la strategia d'investimento del Comparto consiste nell'investire unicamente in emittenti presenti nell'Indice di riferimento o in emittenti che soddisfano i requisiti ESG dell'Indice di riferimento al momento dell'acquisto. Se tali titoli cessano di essere conformi ai requisiti ESG dell'Indice di riferimento, il Comparto può detenerli solo fino al successivo ribilanciamento del portafoglio per poi liquidare la posizione non appena possibile e praticabile (a giudizio del Gestore degli investimenti).

La strategia viene implementata a ogni ribilanciamento del portafoglio del Comparto, che segue il ribilanciamento dell'Indice di riferimento.

Gli elementi vincolanti della strategia d'investimento prevedono che il Comparto investa in un portafoglio di titoli azionari che, per quanto possibile e praticabile, sia costituito dai titoli che compongono l'Indice di riferimento, rispettando in tal modo le caratteristiche ESG dell'Indice di riferimento stesso.

Poiché il Comparto ha la facoltà di impiegare tecniche di ottimizzazione e può investire in titoli che non sono componenti sottostanti dell'Indice di riferimento, qualora agisse in questo modo la sua strategia d'investimento consisterebbe nell'investire unicamente in emittenti presenti nell'Indice di riferimento o in emittenti che soddisfano i requisiti ESG dell'Indice di riferimento al momento dell'acquisto.

Qualora uno qualsiasi degli investimenti cessi di essere conforme ai requisiti ESG dell'Indice di riferimento, il Comparto può continuare a detenerlo solo fino al momento in cui i titoli rilevanti cessino di far parte dell'Indice di riferimento e/o sia possibile e praticabile liquidare la posizione (a giudizio del Gestore degli investimenti).

Considerazione dei principali effetti negativi sui fattori di sostenibilità

Il Comparto prende in considerazione i principali effetti negativi sui fattori di sostenibilità replicando l'Indice di riferimento, che incorpora alcuni criteri ESG nella selezione dei componenti dell'indice. Il Gestore degli investimenti ha stabilito che i principali effetti negativi (PAI) elencati di seguito sono considerati parte dei criteri di selezione dell'Indice di riferimento a ogni ribilanciamento dell'indice:
• Quota di investimenti in imprese attive nel settore dei combustibili fossili.

• Quota di investimenti in imprese beneficiarie degli investimenti che dispongono di siti o svolgono operazioni in aree sensibili sotto il profilo della biodiversità, o in aree adiacenti, in cui le attività di tali imprese incidono negativamente su tali aree. • Tonnellate di emissioni in acqua generate dalle imprese beneficiarie degli investimenti per milione di EUR investito (valore espresso come media ponderata).
• Tonnellate di rifiuti pericolosi generati dalle imprese beneficiarie degli investimenti per milione di EUR investito (valore espresso come media ponderata).
• Quota di investimenti in società coinvolte in violazioni dei principi del Global Compact delle Nazioni Unite o delle Linee guida OCSE destinate alle imprese multinazionali.
• Quota di investimenti in società coinvolte nella fabbricazione o nella vendita di armi controverse.

La relazione annuale del Comparto includerà informazioni circa i principali effetti negativi sui fattori di sostenibilità.

Politica di buona governance

I controlli sulla buona governance sono incorporati nella metodologia dell'Indice di riferimento. A ogni ribilanciamento dell'indice, il fornitore dell'indice esclude le società dall'Indice di riferimento sulla base di un punteggio relativo alle controversie ESG (che misura il coinvolgimento di un emittente in controversie legate ai temi ESG) e le società classificate come violatrici dei principi del Global Compact delle Nazioni Unite; cfr. "Sezione C - Caratteristiche ambientali o sociali del prodotto finanziario".

E. Quota degli investimenti

Il Comparto si propone di investire in un portafoglio di titoli che, per quanto possibile e praticabile, sia costituito dai titoli che compongono l'Indice di riferimento.

Si prevede che almeno l'80% del patrimonio del Comparto sarà investito in titoli appartenenti all'Indice di riferimento o in titoli che soddisfano i criteri di selezione ESG dell'Indice di riferimento. Pertanto, a ogni ribilanciamento dell'indice, il portafoglio del Comparto verrà ribilanciato in linea con l'Indice di riferimento in modo che almeno l'80% del patrimonio del Comparto sia allineato con le caratteristiche ESG dell'Indice di riferimento (come determinato al momento del ribilanciamento).

Qualora uno qualsiasi degli investimenti non sia più conforme ai requisiti ESG dell'Indice di riferimento, il Comparto può continuare a detenere tale investimento fino al momento in cui i titoli in questione cessano di far parte dell'Indice di riferimento (o comunque cessano di soddisfare i criteri di selezione ESG dell'Indice di riferimento) ed è possibile e praticabile (a parere del Gestore degli investimenti) liquidare la posizione.

Il Comparto può investire fino al 20% del patrimonio complessivo in altri investimenti.

Il Comparto può utilizzare strumenti derivati per scopi di investimento e di efficiente gestione del portafoglio in relazione alle caratteristiche ambientali o sociali promosse dal Comparto. Qualora il Comparto utilizzi strumenti derivati per promuovere caratteristiche ambientali o sociali, gli eventuali rating o analisi ESG di cui sopra si applicheranno all'investimento sottostante.

Al momento questo Comparto non si impegna a investire più dello 0% del suo patrimonio in attività economiche ecosostenibili ai sensi della Tassonomia dell'UE.

Al momento questo Comparto non si impegna a investire più dello 0% del suo patrimonio in attività di transizione e abilitanti ai sensi della Tassonomia dell'UE.

Il Comparto non si impegna a detenere Investimenti sostenibili con un obiettivo ambientale.

Al momento questo Comparto non si impegna a investire più dello 0% del suo patrimonio in investimenti socialmente sostenibili.

Tra le altre posizioni possono figurare liquidità, fondi comuni monetari e derivati. Tali investimenti possono essere utilizzati esclusivamente per scopi di efficiente gestione del portafoglio, ad eccezione dei derivati utilizzati per la copertura valutaria di qualsiasi classe di azioni con copertura valutaria.

Gli eventuali criteri di esclusione ESG applicati dal fornitore dell'indice si applicheranno unicamente ai derivati relativi ai singoli emittenti utilizzati dal Comparto. I derivati basati su indici finanziari, tassi d'interesse o strumenti di cambio non saranno considerati a fronte di garanzie minime di salvaguardia ambientale o sociale.

F. Monitoraggio delle caratteristiche ambientali o sociali

Monitoraggio continuo dell'integrità del prodotto

BlackRock monitora l'adesione del Comparto alle caratteristiche ambientali e sociali che cerca di promuovere. L'obiettivo del Comparto consiste nel replicare la performance dell'Indice di riferimento. Le caratteristiche ambientali e/o sociali del Comparto sono incorporate nella metodologia dell'Indice e il Comparto è monitorato in modo da cercare di identificare eventuali scostamenti rispetto agli impegni sostenibili del Comparto in occasione di ogni ribilanciamento.

BlackRock monitora i dati, sia a livello di indice che di Comparto, allo scopo di verificare il rispetto di queste caratteristiche da parte del Comparto a ogni data di ribilanciamento.

BlackRock monitora inoltre il tracking error del Comparto e lo comunica agli investitori nell'ambito dei bilanci e delle relazioni annuali e semestrali. Nel prospetto sono pubblicate anche informazioni sul previsto tracking error del Comparto.

G. Metodologie

Il Fondo cerca di replicare la performance dell'Indice di riferimento, che incorpora alcuni criteri ESG nella selezione dei propri componenti, in base alla propria metodologia (sopra illustrata nella Sezione C e meglio specificata nelle Sezione L).

Metodologie

Per valutare in che misura siano rispettate le caratteristiche sociali o ambientali promosse dal Comparto si utilizzano anche le seguenti metodologie:

L'Indice di riferimento utilizza i dati relativi alle controversie ESG di MSCI. Per maggiori informazioni, https://www.msci.com/documents/10199/acbe7c8a-a4e4-49de-9cf8-5e957245b86b

L'Indice di riferimento utilizza i criteri di selezione MSCI relativi al coinvolgimento aziendale e ai principi UNGC. Per maggiori informazioni, https://www.msci.com/documents/1296102/1636401/MSCI_ESG_BIS_Research_Productsheet_April+2015.pdf/babff66f-d1d6-4308-b63d-57fb7c5ccfa9

H. Fonti e trattamento dei dati

Fonti di dati

I Gestori di Portafoglio BlackRock hanno accesso a dati, strumenti, risorse di analisi e di ricerca per integrare conoscenze ESG nel processo di investimento. Aladdin è il sistema operativo che connette i dati, le persone e la tecnologia necessari alla gestione in tempo reale dei portafogli, e il motore alla base delle funzioni di reporting e analisi ESG di BlackRock. In BlackRock i Gestori di Portafoglio utilizzano Aladdin per prendere decisioni di investimento, per monitorare i portafogli e per accedere a informazioni sugli indici, grazie alle quali il processo di investimento riesce a conseguire le caratteristiche ESG del Comparto.

I set di dati ESG provengono da fornitori esterni di dati di terze parti e da fornitori di indici, inclusi, a titolo esemplificativo ma non esaustivo, MSCI, Sustainalytics, Refinitiv, S&P e Clarity AI. I set di dati possono includere i principali punteggi ESG, dati sulle emissioni di carbonio, parametri di coinvolgimento aziendale o controversie, e sono stati integrati negli strumenti Aladdin disponibili per i Gestori di Portafoglio e utilizzati nelle strategie di investimento di BlackRock. Tali strumenti supportano l'intero processo di investimento, dalla ricerca alla costruzione e modellazione del portafoglio, fino alla rendicontazione.

Misure adottate per garantire la qualità dei dati

BlackRock applica una procedura completa di dovuta diligenza per valutare le offerte dei fornitori, con revisioni altamente mirate della metodologia e valutazioni della copertura basate sulla strategia d'investimento sostenibile (oltre alle caratteristiche ambientali e sociali o all'obiettivo d'investimento sostenibile) del prodotto. Il nostro processo prevede un'analisi sia qualitativa che quantitativa per valutare l'idoneità dei prodotti di dati in linea con gli standard normativi applicabili.

Valutiamo dati e fornitori di dati ESG rispetto alle cinque aree centrali di seguito indicate: 1. Raccolta dati: Ciò comprende, a titolo esemplificativo ma non esaustivo, la valutazione dei fornitori di dati, delle fonti di dati sottostanti, della tecnologia utilizzata per la raccolta dei dati, del processo di identificazione delle informazioni errate e dell'uso di approcci basati sull'apprendimento automatico o sulla raccolta dati umana. Terremo inoltre conto dei previsti miglioramenti. 2. Copertura dei dati: la nostra valutazione comprende, a titolo esemplificativo ma non esaustivo, la misura in cui un pacchetto di dati assicura la copertura del nostro universo investibile di emittenti e asset class. Sarà considerato il trattamento delle società controllanti e delle rispettive controllate, nonché l'uso di dati stimati o di dati pubblicati. 3. Metodologia: la nostra valutazione comprende, a titolo esemplificativo ma non esaustivo, la valutazione delle metodologie utilizzate dai fornitori terzi, considerando anche le modalità di raccolta e di calcolo, l'allineamento con i sistemi o gli standard normativi o settoriali, le soglie di rilevanza e i rispettivi approcci alle lacune nei dati. 4. Verifica dei dati: la nostra valutazione comprende, a titolo esemplificativo ma non esaustivo, l'approccio dei fornitori di terze parti alla verifica dei dati raccolti e i rispettivi processi di assicurazione qualità, anche riguardo all'engagement con gli emittenti. 5. Operazioni: valuteremo numerosi aspetti diversi relativi alle operazioni dei fornitori di dati, ivi incluso, a titolo esemplificativo ma non esaustivo, riguardo a politiche e procedure (anche considerando eventuali conflitti di interesse), alle dimensioni e all'esperienza dei team di ricerca dati, ai programmi di formazione e all'eventuale esternalizzazione a soggetti terzi.

Inoltre, BlackRock partecipa attivamente alle consultazioni con qualsiasi fornitore rilevante in merito alle proposte di modifica delle metodologie, sia rispetto ai set di dati forniti da terzi che riguardo alle metodologie degli indici, e comunica ai team tecnici dei fornitori di dati un feedback completo e le proprie raccomandazioni. BlackRock intrattiene spesso un dialogo attivo con i fornitori di dati ESG, ivi inclusi i fornitori di indici, in modo da restare sempre aggiornata sugli sviluppi del settore.

Modalità di trattamento dei dati

I processi interni di BlackRock si focalizzano sulla fornitura di dati standardizzati e coerenti di alta qualità, utilizzabili dai professionisti dell'investimento e per finalità di trasparenza e reporting. I dati, compresi i dati ESG, sono ricevuti attraverso le nostre interfacce esistenti e quindi elaborati attraverso una serie di controlli di qualità e verifiche di completezza volti ad assicurare l'elevata qualità dei dati prima di metterli a disposizione per l'utilizzo a valle nell'ambito dei sistemi e applicativi di BlackRock, tra cui Aladdin. La tecnologia integrata di BlackRock consente di raccogliere i dati su emittenti e investimenti rispetto a diversi parametri ambientali, sociali e di governance e su numerosi fornitori di dati, mettendoli a disposizione dei team di investimento e di altre funzioni di supporto e di controllo, come il risk management.

Utilizzo di dati stimati

BlackRock si adopera per acquisire dalle società il maggior numero possibile di dati dichiarati attraverso fornitori di dati di terze parti; tuttavia, gli standard settoriali relativi ai modelli di informativa sono ancora in evoluzione, in particolare per quanto riguarda gli indicatori prospettici. Di conseguenza, in alcuni casi per coprire il nostro ampio universo investibile di emittenti ricorriamo a stime o misure sostitutive messe a disposizione dai fornitori di dati. A fronte delle difficoltà che contraddistinguono l'attuale universo dei dati, dato che in BlackRock utilizziamo una grande quantità di dati stimati in tutto il nostro universo investibile, con livelli che possono variare da un gruppo di dati all'altro, ci assicuriamo che l'uso delle stime sia in linea con gli orientamenti normativi e che i fornitori di dati ci assicurino la necessaria documentazione e trasparenza sulle proprie metodologie. BlackRock riconosce l'importanza di migliorare la qualità dei suoi dati e la loro copertura, e continua ad aggiornare i set di dati a disposizione dei team di professionisti dell'investimento e di altri team. Ove richiesto da normative a livello nazionale, i fondi possono specificare in modo esplicito i livelli di copertura dei dati. BlackRock cerca di comprendere l'uso di dati stimati nell'ambito delle metodologie degli indici, assicurandosi che abbiano adottato approcci rigorosi e in linea con i requisiti normativi applicabili e con le proprie metodologie.

I. Limitazioni delle metodologie e dei dati

Limitazioni delle metodologie

L'investimento sostenibile è uno spazio in evoluzione, sia in termini di conoscenza settoriale che riguardo ai quadri normativi, siano essi regionali o globali. BlackRock continua a monitorare gli sviluppi del processo di implementazione in corso nell'UE del proprio sistema di investimento sostenibile e delle proprie metodologie d'investimento per assicurarne l'allineamento con l'evoluzione del contesto normativo. Di conseguenza, in futuro BlackRock potrà in qualsiasi momento aggiornare la sua informativa e le metodologie e fonti di dati utilizzate, a fronte dell'evoluzione delle prassi di mercato o della disponibilità di nuovi orientamenti normativi.

Normalmente i fornitori degli indici procedono allo screening di un Indice di riferimento rispetto ai suoi criteri ESG solo in occasione dei ribilanciamenti. Le società che in precedenza hanno superato i criteri di screening di un Indice di riferimento e che, pertanto, sono state incluse nell'Indice e nel Fondo, potrebbero improvvisamente o senza preavviso risentire del verificarsi di una grave controversia con un impatto negativo sulla sua quotazione e, di conseguenza, sulla performance del Fondo. Se queste società sono tuttora incluse nell'Indice di riferimento, ne resteranno parte e, pertanto, continueranno a essere detenute dal Fondo fino alla successiva data di ribilanciamento (o di revisione periodica) prevista, e solo allora la società in questione cesserà di far parte dell'Indice di riferimento e sarà possibile e praticabile liquidare la posizione (a giudizio del Gestore degli investimenti). Se un Fondo replica quell'Indice di riferimento, potrà pertanto cessare di rispettare i criteri ESG tra due date di ribilanciamento (o di revisione periodica) dell'Indice, finché non venga ribilanciato tornando a rispettare i propri criteri; a quel punto, il Fondo potrà a sua volta essere ribilanciato in linea con il suo Indice di riferimento. Allo stesso modo, le metodologie di indici che prevedono l'impegno a investire in una percentuale minima di investimenti sostenibili possono scendere sotto tale soglia minima tra due date di ribilanciamento, ma nel momento del ribilanciamento (o il prima possibile dopo tale data) l'Indice dovrà essere riportato in linea con la soglia prevista.

Indichiamo di seguito le limitazioni rispetto alle fonti di dati.

Limitazioni dei dati

I set di dati ESG cambiano e migliorano costantemente a fronte dell'evoluzione degli standard di informativa, dei quadri normativi e delle prassi del settore. BlackRock continua a collaborare con una vasta gamma di operatori del mercato ai fini del miglioramento qualitativo dei dati.

Se è vero che ogni singola metrica ESG ha le proprie limitazioni, in generale le limitazioni dei dati possono includere, a titolo esemplificativo ma non esaustivo:
• Scarsa disponibilità di alcune metriche ESG a causa dei diversi standard di reporting e di informativa che influiscono su emittenti, aree geografiche o settori.
• Nuovi standard vincolanti di rendicontazione societaria sulla sostenibilità potrebbero portare a differenze nella modalità di rendicontazione delle imprese rispetto ai criteri normativi e, pertanto, i livelli di copertura di alcune metriche potrebbero essere bassi.
• Livelli e utilizzi incoerenti tra i dati ESG riportati e quelli stimati di diversi fornitori di dati, rilevati in momenti diversi, che rendono difficoltosa la comparazione.
• I dati stimati possono per loro stessa natura discostarsi dai dati reali a causa delle ipotesi o degli assunti utilizzati dai fornitori di dati.
• Diversi punti di vista o diverse opinioni sugli emittenti ascrivibili alle metodologie differenti dei fornitori di dati o all'uso di criteri soggettivi. • La rendicontazione e l'informativa ESG delle società avvengono per lo più su base annua e la loro elaborazione richiede parecchio tempo e, di conseguenza, la produzione di questi dati avviene in ritardo rispetto ai dati finanziari. Possono inoltre esserci frequenze incoerenti di aggiornamento dei dati tra i diversi fornitori di dati che li integrano nei rispettivi set di dati.
• La copertura e l'applicabilità dei dati in diverse asset class e per diversi indicatori possono variare.
• I dati prospettici, come i target relativi al clima, possono variare in modo significativo rispetto alle metriche storiche e correnti.

Per maggiori informazioni sulla modalità di calcolo delle metriche presentate con indicatori di sostenibilità, consultare la relazione annuale del Fondo.

Investimenti sostenibili e criteri ambientali e sociali

Gli investimenti sostenibili e la comprensione della sostenibilità si evolvono di pari passo con la qualità dei dati. Gli operatori del settore, compreso il fornitore dell'indice, hanno difficoltà a individuare una metrica unica o una serie di metriche standardizzate che possano dare una visione completa di una società o di un investimento. BlackRock ha pertanto elaborato un sistema di identificazione degli investimenti sostenibili, tenendo conto dei requisiti normativi e delle metodologie dei fornitori degli indici.

BlackRock sfrutta dati e metodologie di fornitori di indici terzi per stabilire se gli investimenti arrecano danni significativi e se adottano buone prassi di governance. È possibile che, in alcune circostanze, i dati siano carenti, incompleti o inaccurati. Nonostante ragionevoli sforzi, potrebbero non esserci sempre informazioni disponibili; in tal caso, il fornitore dell'indice procederà a una valutazione sulla base delle proprie conoscenze dell'investimento o del settore. In alcuni casi i dati possono rispecchiare azioni che gli emittenti potrebbero avere intrapreso solo dopo il fatto, e non rispecchiare tutte le potenziali occorrenze di danni significativi.

BlackRock effettua una scrupolosa dovuta diligenza sulle metodologie di investimento sostenibile dei fornitori di indici per assicurarsi che siano in linea con l'approccio di BlackRock agli investimenti sostenibili.

J. Dovuta diligenza

Il Gestore degli Investimenti applica una procedura di dovuta diligenza ai fornitori di indici e mantiene con loro un dialogo costante sulle metodologie degli indici, compresa la valutazione dei criteri di buona governance stabiliti dall'SFDR, che includono strutture di gestione solide, relazioni con il personale, remunerazione del personale e rispetto degli obblighi fiscali al livello delle imprese beneficiarie degli investimenti.

K. Politiche di impegno

Il Comparto

Il Comparto non utilizza l'engagement come mezzo per adempiere ai propri impegni vincolanti in materia di caratteristiche ambientali o sociali o conseguire gli obiettivi di investimento sostenibile. Il Gestore degli investimenti non attua un engagement diretto con le società / gli emittenti inclusi nell'indice, ma dialoga direttamente con i fornitori di dati e di indici per assicurare una migliore analisi e stabilità delle metriche ESG.

Osservazioni generali

All'interno di BlackRock l'engagement con le società nelle quali investiamo il patrimonio dei nostri clienti si svolge su più livelli.

Nel caso in cui un determinato team di gestione del portafoglio individui nell'engagement uno degli strumenti con cui si cerca di dimostrare l'impegno nei confronti delle questioni ambientali, sociali e di governance ai sensi dell'SFDR, i metodi con cui viene valutata l'efficacia di tale politica di impegno e le modalità con cui tale politica di impegno può essere adattata nel caso in cui non raggiunga l'impatto desiderato (solitamente espresso come una riduzione degli indicatori dei principali effetti negativi specificati) saranno descritti nel prospetto e nelle informative pubblicate sul sito web relativamente a quel fondo.

Nel caso in cui i team di investimento scelgano di ricorrere all'engagement, questo può assumere diverse forme ma, in sostanza, il team di gestione del portafoglio cercherà di mantenere un dialogo regolare e continuo con gli alti dirigenti o gli amministratori delle imprese beneficiarie degli investimenti per promuovere una solida governance e prassi aziendali sostenibili mirate alle caratteristiche ESG e agli indicatori dei principali effetti negativi identificati, nonché per comprendere l'efficacia della gestione e della supervisione da parte dell'azienda delle attività volte ad affrontare le criticità ESG identificate. L'engagement consente inoltre al team di gestione del portafoglio di fornire all'impresa un feedback sulle prassi e le informative aziendali.

Laddove un team di gestione di portafoglio pertinente nutra preoccupazioni in merito all'approccio di una società alle caratteristiche ESG e/o agli indicatori dei principali effetti negativi identificati, potrà scegliere di illustrare le proprie aspettative al consiglio di amministrazione o al management della società e segnalare le proprie preoccupazioni attraverso il voto alle assemblee generali, di norma opponendosi alla rielezione degli amministratori che ritiene responsabili dei mancati miglioramenti delle caratteristiche ESG o degli indicatori dei principali effetti negativi identificati.

A prescindere dalle attività di un particolare team di gestione del portafoglio, BlackRock ha stabilito che, al livello più elevato nell'ambito del suo approccio fiduciario, è nel migliore interesse a lungo termine dei suoi clienti promuovere una solida corporate governance in qualità di azionista informato e impegnato. La responsabilità di questa azione è in capo al gruppo BlackRock Investment Stewardship. Principalmente grazie al lavoro di questo team, BlackRock soddisfa i requisiti della seconda Direttiva sui diritti degli azionisti ("SRD II") relativi all'engagement con le società quotate e altre parti dell'ecosistema di investimento. Una copia della politica di impegno di BlackRock ai sensi dell'SRD II è disponibile all'indirizzo https://www.blackrock.com/corporate/literature/publication/blk-shareholder-rights-directiveii-engagement-policy-2022.pdf.

L'approccio di BlackRock alla stewardship degli investimenti è delineato nei Principi globali di BlackRock Investment Stewardship e nelle sue linee guida in materia di voto a livello di mercato. I Principi globali di BlackRock Investment Stewardship definiscono la nostra filosofia di stewardship e il nostro punto di vista sulla corporate governance e sulle prassi aziendali sostenibili che favoriscono la creazione di valore a lungo termine da parte delle aziende. Siamo consapevoli che gli standard e le norme di corporate governance comunemente accettati variano da mercato a mercato; tuttavia, riteniamo che esistano alcuni elementi fondamentali delle prassi di governance a livello globale inerenti alla capacità di un'azienda di creare valore a lungo termine. Le nostre linee guida in materia di voto per specifici mercati forniscono informazioni dettagliate su come BlackRock Investment Stewardship attua i suddetti Principi globali, tenendo conto degli standard e delle norme del mercato locale, e informano le nostre decisioni di voto in relazione a specifici punti all'ordine del giorno nelle assemblee degli azionisti. L'approccio generale di BlackRock alla stewardship degli investimenti e alle politiche di impegno è disponibile agli indirizzi: https://www.blackrock.com/uk/professionals/solutions/shareholder-rights-directive e https://www.blackrock.com/corporate/about-us/investment-stewardship

Nell'ambito della sua attività di engagement, BlackRock Investment Stewardship può concentrarsi su particolari temi ESG, che sono delineati nelle priorità di voto di BlackRock: https://www.blackrock.com/corporate/literature/publication/blk-stewardship-priorities-final.pdf

I. Indice di riferimento designato

Questo Comparto mira a conseguire le caratteristiche ambientali e sociali che promuove replicando l'andamento dell'MSCI Emerging Markets ex Select Controversies Index, il suo Indice di riferimento, che incorpora i criteri di selezione ESG del fornitore dell'indice.

A ogni ribilanciamento dell'indice, il fornitore dell'indice applica i criteri di selezione ESG all'Indice originario per escludere gli emittenti che non soddisfano tali criteri di selezione ESG.

A ogni ribilanciamento dell'indice (o non appena ragionevolmente possibile e praticabile successivamente), anche il portafoglio del Comparto viene ribilanciato in linea con il suo Indice di riferimento.

L'Indice di riferimento esclude gli emittenti che non soddisfano i criteri di selezione ESG presenti nell'Indice originario, che è un indice di mercato ampio. I criteri di selezione ESG per l'esclusione sono indicati in alto; cfr. "Sezione C - Caratteristiche ambientali o sociali del prodotto finanziario".

La metodologia dell'Indice di riferimento del Comparto può essere consultata copiando e incollando il seguente link nella barra del proprio browser: https://www.msci.com/eqb/methodology/meth_docs/MSCI_Global_ex_Select_Controversies_Index_Aug_2020.pdf

La metodologia dell'Indice di riferimento del Comparto può essere consultata anche sul sito web del fornitore dell'indice all'indirizzo: https://www.msci.com/index-methodology

Indicatore del livello di rischio

Indicatore del livello di rischio

1
2
3
4
5
6
7
Rischio basso Rischio elevato
Rendimento basso Alto rendimento

Rating

Partecipazioni

Partecipazioni

al 30/12/2022
Nome Ponderazione (%)
TAIWAN SEMICONDUCTOR MANUFACTURING 6,00
TENCENT HOLDINGS LTD 4,46
SAMSUNG ELECTRONICS LTD 3,48
ALIBABA GROUP HOLDING LTD 2,73
MEITUAN 1,65
Nome Ponderazione (%)
RELIANCE INDUSTRIES LTD 1,56
INFOSYS LTD 1,02
JD.COM CLASS A INC 1,02
CHINA CONSTRUCTION BANK CORP H 1,01
ICICI BANK LTD 0,93
Posizioni soggette a modifiche

Ripartizioni per esposizione

Ripartizioni per esposizione

al 30/12/2022

% del valore di mercato

Categorie Fondo Benchmark Totale
al 30/12/2022

% del valore di mercato

Categorie Fondo Benchmark Totale
al 30/12/2022

% del valore di mercato

Categorie Fondo Benchmark Totale
Determinate circostanze (incluse differenze temporali fra le date di negoziazione e regolamento dei titoli acquistati dal fondo) possono comportare ponderazioni negative e/o il ricorso a taluni strumenti finanziari, inclusi i derivati, che possono essere usati per accrescere o ridurre l’esposizione di mercato e/o la gestione del rischio. Le allocazioni sono soggette a modifiche.

Quotazioni e classi

Quotazioni e classi

Investor Class Valuta Frequenza di distribuzione NAV Variazione del NAV Variazione percentuale del NAV NAV As Of Max. 52 sett. Min. 52 sett. ISIN Reddito imponibile per azione
Class Flexible EUR - 8,95 0,04 0,43 20/01/2023 10,10 7,83 IE00BKPTWY98 -
Class D USD - 8,01 0,07 0,82 20/01/2023 9,49 6,44 IE00BKPTWZ06 -
Class Flexible USD - 8,04 0,07 0,82 20/01/2023 9,50 6,46 IE00BKPTWX81 -
Class Flexible GBP - 9,02 0,07 0,75 20/01/2023 9,66 7,77 IE00BNNLPT42 -

Gestori

Gestori

Kieran Doyle
Kieran Doyle

Letteratura

Letteratura