LA GESTIONE PASSIVA

Che cos’è un indice?

Un indice è un paniere di titoli che mira a rappresentare un dato mercato o segmento di mercato. Ogni titolo che lo costituisce è un componente dell’indice.

E’ importante ricordare che non è possibile investire direttamente in un indice.

Sulla performance reale di un ETF incidono anche altri fattori, quali: l‘impatto del ribilanciamento dell’indice, i costi di negoziazione e di gestione, il pagamento di dividendi e la tassazione dei dividendi dei titoli sottostanti. Questi sono solo alcuni esempi dei fattori che determinano scostamenti tra i rendimenti dell’indice e quelli dell’ETF.

Un indice può essere tanto ampio da rappresentare un interno mercato (es., per il mercato azionario USA, lo S&P 500 contiene 500 titoli) o più limitato, rappresentando solo una nazione o un settore industriale (ad esempio, l’indice FTSE China 25 Index contiene meno di 30 titoli). Gli indici possono essere progettati per rappresentare stili di gestione diversi, particolari dimensioni, settori, scadenze o aree geografiche.

Un investitore che desidera avere un’esposizione a un particolare mercato o settore potrebbe avere a disposizione numerosi indici diversi fra cui scegliere.

Gli indici sono costruiti da società specializzate (“Index provider“), in base a una precisa metodologia, ovvero una serie di regole che stabiliscono quali titoli includere in un determinato indice.

Le metodologie più comuni per gli indici azionari considerano, ad esempio: il numero di titoli che li costituiscono, la capitalizzazione, lo stile e la composizione settoriale. Per gli ETF obbligazionari gli indici vengono costruiti in base a criteri tipo la qualità creditizia e la scadenza.

iShares collabora con Index provider rinomati in tutta Europa, ivi compresi:

  • FTSE
  • iBoxx
  • JP Morgan
  • MSCI
  • NASDAQ
  • NYSE
  • S&P Dow Jones

Gli ETF sono organismi di investimento collettivo del risparmio (OICR) (fondi comuni o SICAV), che hanno l’obiettivo di replicare un determinato indice e, quindi, di un mercato specifico (cc.dd. fondi index-tracked, detti anche fondi a gestione passiva). Replicare un indice costituisce un processo diverso dalla gestione attiva, in cui il gestore del cerca di superare la performance del mercato.

I fondi index-tracked presentano di solito costi minori rispetto ai fondi a gestione attiva, in quanto il loro obiettivo consiste unicamente nel replicare il più fedelmente possibile il rendimento dell’indice di riferimento. I fondi a gestione attiva presentano generalmente costi maggiori, dovuti alla possibilità, ma non la certezza, di battere il benchmark di riferimento . Se si tiene conto dei costi e delle commissioni, i fondi a gestione attiva potrebbero non riuscire a superare la performance del benchmark.

Replicare un indice costituisce un processo diverso dalla gestione attiva, in cui il gestore cerca di superare la performance del mercato.