Costruzione di portafogli

"Asset allocation“ è il termine che si riferisce al modo in cui l’investitore sceglie come suddividere il proprio portafoglio d’investimenti fra le principali classi di attivo, ossia tra: azioni, obbligazioni e liquidità. Si fa inoltre riferimento all’asset allocation nell’ambito delle stesse classi di attivo: per esempio, i titoli azionari si distinguono per area geografica (Italia, USA, Europa, ecc.), stile d’investimento (Value o Growth) e capitalizzazione di mercato (ad ampia o piccola capitalizzazione).

Abbiamo già parlato dell’utilizzo degli ETF iShares come “mattoni” di investimento e di come essi rappresentino un modo semplice ed efficiente per diversificare gli investimenti in asset class diverse.

La decisione in merito all’asset class in cui investire e le proporzioni di tale investimento dipendono dai propri obiettivi di rischio e rendimento, nonché dal proprio orizzonte temporale.

Una componente fondamentale dell’asset allocation consiste nell’ottenere un’adeguata diversificazione, ovvero nell’assicurarsi di non aver ‘messo tutte le uova in un unico paniere’. La vasta gamma di ETF iShares può aiutarvi a diversificare i vostri investimenti in tutte le classi di investimento che ritenete adatte alle vostre esigenze.

Le vendite di gelati sono di solito in aumento quando fa più caldo, ma diminuiscono quando fa freddo. Questo è un esempio della correlazione, che misura la forza del rapporto esistente fra due fattori.

Un esempio della correlazione nei mercati finanziari è dato dal fatto che i mercati azionari tendono ad aumentare di valore quando le prospettive economiche sono favorevoli, ma diminuiscono quando le notizie economiche non sono molto positive. Le obbligazioni si comportano nel modo opposto: il loro valore tende a diminuire in condizioni economiche favorevoli e ad aumentare quando l’economia tende al ribasso. Questo è un esempio di correlazione inversa.

La correlazione rappresenta uno strumento molto utile quando si stabilisce la propria asset allocation (la proporzione in cui si desidera investire in azioni, obbligazioni, settore immobiliare o in altre asset class).

I valori della correlazione variano da + 1 a - 1. Gli attivi perfettamente correlati, o che si muovono insieme nella stessa direzione, hanno una correlazione positiva, pari a 1. Quelli invece che mostrano un rapporto inverso (che si spostano in direzioni opposte) hanno una correlazione pari a –1. Una correlazione pari a zero implica la mancanza di un rapporto.

Combinare vari asset a bassa correlazione può aiutare la diversificazione dei rischi a cui è soggetto il portafoglio. In una situazione ideale, se un investitore possiede attivi correlati negativamente (quando uno sale l’altro scende), la volatilità (ovvero una misura di oscillazione del valore degli investimenti) complessiva del portafoglio dovrebbe ridursi al minimo. L’uso della correlazione come punto di riferimento, quando si costruisce un portafoglio, può rappresentare uno strumento utile nella gestione complessiva dei rischi.

La vasta gamma di ETF iShares vi offre modi diversi per combinare investimenti a bassa correlazione, onde ridurre la volatilità della performance del vostro portafoglio.